Web Marketing e Pubblicità Gratis per PMI

Migliore posizionamento nei risultati dei Motori di Ricerca

Vorresti essere posizionato nella prima pagina dei risultati delle ricerche su Google©? Vuoi incrementare il numero dei visitatori? Le imprese iscritte al Portale Marketing Aziende, nel giro di pochi giorni, si ritrovano nelle prime posizioni dai principali motori di ricerca. Guarda il video che mostra il posizionamento di alcune aziende del Portale nelle ricerche su Google ©.



Inserimento Gratuito Pagina Web Aziendale Esempi ed Ulteriori Informazioni Motore di RICERCA IMPRESE Ricerca nel Portale con Google™


Crescere grazie a Internet:
Web marketing a misura di Pmi
Fonte: La stampa.

Il web marketing può aiutare la tua azienda a farsi conoscere, a fidelizzare la clientela e a instaurare nuove relazioni commerciali.

Dal marketing al web marketing. Sinteticamente possiamo affermare che le peculiarità dell'Internet marketing rispetto al marketing tradizionale risiedono in poche, ma importanti caratteristiche. L'audience praticamente illimitata, gli investimenti contenuti e la rapidità di pubblicazione del messaggio sono le prerogative essenziali. Infatti, il mezzo utilizzato e il modo in cui vi si accede (da un qualsiasi pc) disegnano un profilo demografico molto diverso da quello raggiungibile tramite i canali tradizionali: nessun vincolo geografico o temporale vi impedirà di comunicare il lancio di un nuovo prodotto alla platea dei vostri clienti.

Ma non è tutto, anche i comportamenti sono assai differenti. Su Internet è sempre il cliente ad iniziare il contatto: una situazione per certi versi opposta a quella di uno spot radio-televisivo, o di un volantino pubblicitario, dove l'utente rappresenta per lo più un bersaglio passivo da "colpire". Il capovolgimento del rapporto impresa - consumatore riguarda direttamente uno dei capitoli più importanti dell'online marketing, vale a dire il posizionamento sui motori di ricerca. La possibilità di compiere ricerche estese e complesse rende possibili confrontitra prodotti un tempo non in concorrenza, perché appartenenti a mercati assai lontani a volte, è abbastanza semplice scovare consigli e recensioni da parte di altri consumatori che hanno già testato quel particolare prodotto. Dal canto loro, le aziende possono accedere ad un patrimonio di informazioni che farebbe la felicità di qualsiasi vecchio pubblicitario. Infatti, se con i tradizionali mezzi di comunicazione ci si riferisce ad un pubblico indistinto, sul web l'impresa ha la possibilità di segmentare la propria platea a piacere, al limite personalizzando al massimo il messaggio secondo i gusti e le abitudini del consumatore. Ricerche, acquisti precedenti, pagine visitate, click effettuati: sono tutte informazioni che possono essere utilizzate per classificare gli utenti e proporgli messaggi quanto più rispondenti ai loro probabili interessi. Per fare un esempio, se un utente clicca su un messaggio pubblicitario, è possibile registrare l'interesse dimostrato verso quel prodotto e in seguito riproporgli messaggi pubblicitari attinenti quel prodotto nello specifico.

Uno sguardo alle piccole e medie imprese italiane. Può essere lecito domandarsi se le Pmi del nostro Paese siano pronte per sfruttare pienamente le opportunità offerte dal marketing in rete, e se termini come SEO o Banner entreranno presto a far parte del vocabolario comune o se rimarranno confinati al mondo delle grandi imprese e ai settori più avanzati.In Italia c?è una realtà di piccole e medie imprese che conosce il web, sebbene vi siano ancora ampi margini di crescita per quanto concerne l?utilizzo dei canali digitali: generalmente gli effetti più importanti di un?efficace politica di web marketing riguardano il miglioramento dell'immagine del proprio brand e un incremento delle vendite.Ma il  marketing non si riduce al sito aziendale, e le imprese ne sono ben coscienti: infatti ogni anno il web registra incrementi vertiginosi nel livello di investimenti pubblicitari, e sono  numeri in netta controtendenza rispetto a quanto avviene per gli altri canali,  carta stampata soprattutto.

Gli strumenti a disposizione. Dicevamo del strong>display advertising: in generale è un tipo di pubblicità che affianca al testo vari elementi grafici, come immagini, fotografie, disegni, loghi. Di sovente l?enfasi si concentra maggiormente sulla componente grafico-visiva, piuttosto che su quella testuale.  Tra i vari strumenti, il banner è quello più comune per fare pubblicità: esistono moltissimi formati, ma perlopiù si tratta di un rettangolo inserito a lato, in alto o in basso nella pagina web, con un testo e un'immagine che dovrebbe invogliare l'utente a cliccare per approfondire il contenuto del messaggio.

Le pop-up sono invece finestre di piccole dimensioni che si aprono automaticamente all'apertura di una pagina web, e anche queste possono contenere del testo e delle immagini. Oltre ai costi di produzione (solitamente non elevati) banner e pop-up prevedono dei costi variabili, in base al numero di utenti che clicca sul vostro messaggio e alla posizione nella pagina. Le pop up ultimamente sono abbastanza in declino, perché ritenute fastidiose da alcuni utenti e preventivamente bloccate da alcuni strumenti di navigazione.Una moderna variazione sul tema è rappresentata dai rich media: praticamente sono dei banner che visualizzano dei minispot pubblicitari. In questo caso i costi di produzione sono più elevati, ma va aggiunto che generalmente questi piccoli spot si integrano bene con campagne televisive in corso, per cui è da mettere in conto un investimento considerevole.

Il keyword advertising (anche detto pay per click) è un metodo per farsi pubblicità che utilizza i motori di ricerca: sicuramente molti di voi avranno notato che,  accanto ai risultati di una ricerca effettuata su google (ma anche su altri motori di ricerca) sono sempre presenti vari annunci pubblicitari, concettualmente collegati al tema della ricerca che avete effettuato: si tratta di una forma di pubblicità a pagamento, tramite il quale l?inserzionista paga solo i click effettuati, vale a dire le visite al suo sito.

Il Search Engine Optimization (SEO) indica tutte quelle attività finalizzate a ottimizzare il posizionamento di un sito Internet nei risultati forniti da un motore di ricerca. Questo metodo tecnicamente sarebbe gratuito, perché agisce sulle parole chiave del vostro sito, ma per ottenere buoni risultati è consigliabile farsi aiutare da un esperto. Per quanto riguarda l'attività di comunicazione con la clientela già acquisita, molte aziende hanno deciso di abbandonare la carta e le vecchie lettere postali, costose e spesso destinate a non essere neppure lette, a favore di email e newsletter. Oltre al costo, vi sono numerosi altri vantaggi, come la possibilità di conoscere gli utenti che hanno letto il messaggio o cliccato su un determinato link.

>>> CONTINUA




 

Commenti

Complimenti! State facendo una cosa utilissima!